Alla scoperta dell’Isola Superiore o Isola dei Pescatori

3

L’Isola Superiore o Isola dei Pescatori, nel Lago Maggiore, è spesso considerata come un semplice punto di appoggio per pranzare mentre si visitano l’Isola Bella o l’Isola Madre; nonostante la si inserisca tra le Isole Borromee, è l’unica a non essere proprietà dei Borromeo, ed è anche la più piccola.

Al contrario delle altre 2 isole non ha grandi giardini e palazzi da visitare tuttavia, è molto caratteristica, allegra e divertente da conoscere.

Isola dei Pescatori

Unica isola tra le tre ad essere abitata in maniera stabile, anche se da poche persone, durante le giornate si anima di vita e dal brulicare di turisti che si aggirano curiosi tra i negozi caratteristici e gli ottimi ristoranti.

A spasso tra i vicoli dell’Isola dei Pescatori

L’Isola dei Pescatori, chiamata anche Isola Superiore, è un dedalo di stradine e vicoli caratteristici che si intersecano e offrono ai visitatori numerosi e affascinanti squarci; i lunghi balconi che si possono notare sulle case a più piani, sono utili per essiccare il pesce, risorsa fondamentale per quest’isola.

Non è un caso che nei numerosi ristoranti sia possibile degustare molti dei deliziosi pesci (tra cui il pesce persico e l’agone), pescati in queste acque e cucinati in maniera strepitosa.

Dal porticciolo in cui le barche risposano languide sulle placide acque del lago, è possibile ammirare la strada che conduce da Stresa e Baveno che si trovano sulla riva opposta mentre, recandosi sulla punta dell’isola, dopo aver superato alcuni ristoranti, ci si troverà al cospetto dell’Isola Bella.

Isola dei Pescatori

Tra le due isole si trova un isolotto davvero molto piccolo, comunemente chiamato la Malghera.

Percorrendo la strada su cui si affacciano ristoranti e negozi si giunge alla punta quindi, svoltando a sinistra ci si addentra nel cuore dell’Isola dei Pescatori e, tra i profumi di cibo che escono dalle cucine e dei ristoranti, e negozietti caratteristici di artigianato locale, si giunge alla Chiesetta di San Vittore; monumento nazionale, al suo interno si trova un affresco cinquecentesco raffigurante Sant’Anna. La Chiesa la si nota arrivando già con la barca quando si ammira il campanile che svetta facendosi largo tra il verde della vegetazione e il rosso dei tetti.  Sul retro si trova invece il piccolo cimitero.

All’interno della Chiesa sono poste anche la statua di San Vittore e quella dell’Assunta che, a ferragosto, in barca, viene portata in processione attorno alle altre isole mentre altre piccole imbarcazioni illuminate, la accompagnano nel pellegrinaggio. Dove si trova l’altare maggiore si ammirano invece i busti di S. Ambrogio, S. Gaudenzio, S. Francesco di Sales e S. Carlo Borromeo.

Isola dei Pescatori Chiesa di San Vittore

Proseguendo poi svoltando nuovamente a sinistra si arriva nei pressi della grande spiaggia in sassolini dove, nelle giornate più calde, è possibile approfittare per rinfrescarsi; qui si trova anche un viale alberato con alcune panchine, perfetto per fermarsi a riposare in attesa del battello o di svolgere altre attività.

Isola dei Pescatori spiaggia

Angoli curati, con fiori colorati attendono i turisti che possono vagare tra le viuzze in assoluta tranquillità, senza doversi preoccupare del traffico e del passaggio di automobili; tra i vicoli non passano infatti le macchine.

Isola dei Pescatori

Unico neo della romantica Isola dei Pescatori è il fenomeno dell’acqua alta che, in alcuni periodi, quando le precipitazioni insistono e divengono abbondanti, fanno si che il lago si allunghi fino a lambire le case.

Per godere al meglio di questo gioiellino, l’ideale è poterlo visitare nei periodi di minore affluenza, durante la primavera o in autunno, perché in estate è letteralmente presa d’assalto dai turisti; anche il tardo pomeriggio può essere una ghiotta occasione per sbarcare se si desidera passare una serata romantica godendo di uno scenario incantevole, magari cenando su una terrazza affacciata sul lago.

Per visitare le tre Isole Borromee (Isola Bella, Isola Madre e Isola dei Pescatori o Superiore) e le bellezze della zona, l’ideale è poter programmare un intero week-end soggiornando in uno degli hotel e appartamenti disponibili.

Come arrivare all’Isola dei Pescatori

Per visitare l’Isola dei Pescatori è necessario prendere un battello da Arona, Baveno, Stresa, per esempio; sono presenti servizi privati (piccoli battelli o motoscafi) oppure un servizio pubblico.

Dal sito http://www.navigazionelaghi.it è possibile verificare corse ed orari del servizio pubblico, ma anche scoprire quali corse sono consigliate a chi ha disabilità motorie e si sposta tramite l’ausilio di una carrozzina.

Booking.com

3 COMMENTS

  1. Sai che non ci sono mai andata? Ma è davvero meravigliosa, mi piace moltissimo sarà la mia prossima meta ^^

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here