Il castello di Vezio, un balcone su Varenna

0

Il Castello di Vezio, situato a Vezio, affascinante borgo e frazione di Perledo, è situato nei pressi della bella e romantica Varenna; vi si giunge inerpicandosi con l’auto che deve essere necessariamente lasciata nel piccolo parcheggio antistante oppure, i più allenati, possono arrivarvi tramite una comoda passeggiata.

Un borgo con un Castello

I pochi abitanti (circa 50 suddivisi in 20 famiglie) e i turisti possono muoversi solo a piedi, l’utilizzo delle automobili è assolutamente vietato, una fortuna per chi desidera godersi la vista delle piccole e caratteristiche viuzze che lo attraversano, snodandosi tra abitazioni in pietra dall’aspetto antico e intimo; una serie di strettoie, saliscendi e gradini, conducono verso il piccolissimo cimitero locale e da qui, proseguendo su un tracciato in piccola ghiaia, si giunge anche al famoso castello.

Superati il bar, il ristorante e il negozietto di souvenir ci si trova di fronte a una torre e a ruderi accoglienti che narrano di una storia antica; niente sale sontuose, arredi e oggetti ricchi di fascino ma solo ciò che rimane di un castello originario del 1100 che, tra le tante cose, offre una vista su un panorama mozzafiato.

Castello di Vezio

Dopo aver superato la biglietteria si gira liberamente e senza fretta; il primo ospite che accoglie i visitatori appartiene alla falconeria ed è un grosso gufo reale, Artù, tenuto a bada da una gabbia per via della sua particolare aggressività e ostilità.

La balconata del Castello di Vezio

Costeggiando il vialetto ghiaioso del Castello di Vezio, si giunge alla balconata che regala una spettacolare visuale del lago di Como; procedendo sulla sinistra, superati alcuni scalini, si giunge al giardino degli ulivi dove si trovano gli altri componenti della falconeria. Chi volesse godere appieno della loro bellezza lo potrà fare attendendo lo spettacolo.

Vista da Vezio

Proseguendo la visita, superate altre mura, si giunge alla torre, una ripida scala conduce ad un ponte sospeso (di pochi metri) che introduce alla torre stessa.

Almeno tre rampe portano alla visita di armi, armature e oggetti epocali; la parte del leone la fanno però dapprima il lariosauro  (fossili del rettile vissuto circa 200 anni fa nel sottostante lago sono qui esposti), poi,  giunti non senza fatica sulla sommità della torre ecco aprirsi lo scenario a 360° sul lago.

Fossile al Castello di Vezio

Siamo di fronte a Bellagio e i due rami sono perfettamente visibili, quello lecchese a sinistra e a destra il lariano; in una giornata serena lo spettacolo è impareggiabile, Varenna contribuisce a completare il quadro e rendere unico il panorama.

Usciti dalla torre, percorrendo il sentiero posto sulla sinistra, si attraversano alcuni giardini che portano all’ingresso dei sotterranei: l’avamposto difensivo del Gen. Cadorna (1915/18) posto proprio di fronte a Menaggio, luogo di un’ipotetica prima discesa tedesca e, proseguendo lungo il sentiero, dopo alcuni gradini ci si ritroverà di nuovo alla balconata iniziale, quindi all’ingresso.

Booking.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here