Nella Casa Museo di Rosario Bruno Mele

4

Accoccolata sul lungolago di Abbadia Lariana sorge la casa museo di Rosario Bruno Mele, artista di fama internazionale che qui, per 30 anni, ha avuto la sua base d’appoggio; il museo è un sogno che si realizza grazie agli eredi che, dopo la morte dell’artista, hanno voluto dar seguito ai suoi desideri.

Nato a Napoli, ha esposto in molti paesi del mondo, ha viaggiato, subito le contaminazioni di molte culture, combattuto per i diritti dei più deboli.

L’apertura in questo 2017 della casa museo permette a chi ha amato Bruno Mele, e chi invece ancora non ne ha conosciuto l’arte, di entrare nella sua quotidianità visitando la casa in cui dipingeva, scolpiva, realizzava i suoi collage; un artista controcorrente tutto da scoprire grazie alla raccolta di oggetti, quadri, lavori che accompagnano i visitatori.

Casa Museo Rosario Bruno Mele

Gli ambienti esterni colpiscono con le loro note di colore e, gli interni, anch’essi molto colorati, trasmettono una forte energia.

Nella casa museo di Rosario Bruno Mele

La casa si sviluppa su più piani, in 2 strutture differenti, e regalano scorci su una vita passata a creare, a combattere per la libertà, contro tutto quello che incatena la creatività dell’uomo. Non è un caso che all’interno della prima sala, una scritta divisa in 2 parti reciti :”Voglio che la mia arte viva fra la gente, che apra la porta alla liberazione”.

Casa Museo Rosario Bruno Mele

Accanto a quadri, litografie, sculture realizzate con oggetti di recupero, si possono ammirare gli strumenti del mestiere, tubetti di tempera iniziati e mai finiti, ben allineati e ordinati lungo il muro, oppure raccolte di macchine fotografiche, una chitarra abbandonata, una macchina da scrivere, gli occhiali e il rosario per le preghiere.

Muoversi nella casa museo di Rosario Bruno Mele significa passeggiare tra i ricordi, frammenti di una vita scomparsa nel 2011 ma che, grazie alla sua arte, continua a vivere e in eterno vivrà.

Casa Museo Rosario Bruno Mele

Un biliardo, la raccolta di libri e videocassette raccontano le abitudini e i gusti di Rosario Mele, portano il visitatore in una dimensione più intima all’interno di una stanza tappezzata da collage da lui realizzati; ogni angolo racconta una storia, un momento.

Passeggiando in via Lungolago, al numero 66, da aprile fermatevi e varcate la soglia, scoprirete un mondo unico e affascinate, la vita di un artista riconosciuto in tutto il mondo, la storia di Bruno Rosario Mele.

Nel mese di maggio il museo resterà aperto il sabato e la domenica dalle 20 alle 12 e dalle 15 alle 19; da giugno a settembre aprirà dal giovedì alla domenica dalle 10, fino a sera.

Booking.com

4 COMMENTS

  1. Quanti posti meravigliosi mi fai scoprire!..Questo è uno di quelli che mi piacerebbe visitare..già immagino quante bele foto potrei fare!

  2. Una casa museo molto creativa e piena di colore credo che se dovessi capitare da quelle parti sicuramente la andrei a visitare

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here