La leggenda del Lago di Braies

5

Il Lago di Braies, bello e incantevole, situato nel paese omonimo in provincia di Bolzano, è uno specchio dalle acque in cui specchiarsi e, ammirando la sua bellezza, non è difficile pensare alla leggenda che aleggia sulla sua superficie.

A 1496 metri di altitudine, è accoccolato alle pendici della Croda del Becco e si fa amare immediatamente per le sue acque spettacolari e lo splendore della natura che lo attornia; in estate è meta di turisti provenienti da tutto il mondo che cercano di conquistare un posto in prima fila per riempirsi gli occhi di tanta bellezza.

Come accade per molti laghi e per molte attrazioni, anche in questo caso una leggenda ammanta il luogo di un’aura di mistero, rendendolo ancor più affascinante e donando un po’ di valore aggiunto a quello che viene definito “Perla delle Dolomiti”.

La leggenda del Lago di Braies

Un tempo sulle montagne di Braies viveva una popolazione di selvaggi, erano non proprio belli d’aspetto, però sicuramente non cattivi; questi uomini possedevano numerose pietre preziose e oro che riuscivano a trovare proprio in queste terre.

Gli ori che custodivano, non erano da loro tanto amati per il valore commerciale, bensì per il fatto che induriva i loro cuori e li rendeva più forti; con questi preziosi realizzavano poi oggetti e gioielli che potevano essere utilizzati come omaggi.

Un giorno fecero un incontro inaspettato, si trovarono di fronte i pastori che erano arrivati sino alla valle attorno al Lago di Braies per far pascolare le loro mandrie; i selvaggi, decisero loro di dare un dono di benvenuto e li omaggiarono di alcuni monili e di oro.

Proprio il luccichio dell’oro fece nascere nei i nuovi arrivati il desiderio di averne sempre di più ed erano convinti che fosse semplice scovarlo nella valle tuttavia, si accorsero ben presto che non era affatto così.

Cosa fare quindi per entrarne in possesso?

L’unico modo sembrava quello di rubarlo ai selvaggi che iniziarono così a subire continue razzie che facevano poco alla volta diminuire i loro preziosi.

Fu così che presero una decisione drastica, era necessario proteggere l’oro perciò si misero alla ricerca di una soluzione che permettesse loro di salvare il salvabile; fu così che fecero sgorgare delle sorgenti dal terreno che si unirono andando a formare un lago che separò la valle dei pastori dalle montagne impedendo ulteriori razzie.

All’interno delle sorgenti nascosero le pietre preziose e l’oro che regalarono alle sue acque un colore strepitoso.

Così, con una bella leggenda, ecco spiegata la nascita del Lago di Braies.

Siete pronti a trascorrere la vostra vacanza da sogno sul Lago di Braies?



Booking.com

5 COMMENTS

  1. In effetti le acque del lago di Braies sono straordinariamente trasparenti e luccicanti sotto il sole, la prima volta che l’ho visto mi ha lasciata senza fiato, non avrei mai creduto che uno specchio d’acqua dolce potesse lasciarmi incantata quanto il mare 😍

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.